Il trasferimento del petrolchimico a Cornigliano? Un’ipotesi infausta e pericolosa, per di più all’interno di un’area, quella ex Ilva, vincolata da un accordo di programma del 2005. I grandi oleodotti ad alto impatto ambientale e a rischio di incidente rilevante vanno allontanati da Multedo, ma non a scapito di altri quartieri residenziali e delle persone che ci vivono.

Il gas naturale liquido è una risorsa importante, ma non può essere gestita e stoccata in un’area cittadina. È una bomba ad orologeria a pochi passi dalle case. A livello nazionale, il MoVimento 5 Stelle ha inserito nel suo programma l’obbligo per le grandi aziende del petrolchimico di presentare entro il 2030 un piano per il passaggio dal petrolio alle energie rinnovabili e ai prodotti derivanti dalle biomasse, con l’unica eccezione del settore trasporti.

Continueremo a vigilare affinché la tutela della salute e dell’ambiente sia messa al primo posto nella valutazione di ogni possibile nuova collocazione dei depositi.