Microcredito. La bella storia di Daniela. Bar del Celesia

Difatti si è mosso realmente qualcosa, sono contenta e fiduciosa“. La Signora Daniela aveva il viso visibilmente emozionato mentre mi parlava dal bancone del bar dove potrà continuare a lavorare grazie al microcredito statale finanziato dalle restituzioni del MoVimento 5 Stelle.

Il crollo del Ponte Morandi non ha solamente tolto la vita a 43 persone, ma ha anche distrutto l’economia di migliaia di famiglie e lavoratori. Una di queste era la signora Daniela, che aveva perso ogni prospettiva. Daniela non si è data per vinta, e ha deciso di rilevare l’unico Bar vicino all’ospedale Celesia, per ricominciare attraverso un servizio utilissimo. Ma Daniela non sapeva dove trovare i soldi per partire. Problema di molti: italiani piene di idee e di progetti, ma nessuna possibilità, nessuna mano concreta per cominciare.

 

Qui ha funzionato il progetto del MoVimento 5 stelle.

Sapevamo dell’esistenza del microcredito statale, una struttura che offre finanziamenti per avviare piccole attività imprenditoriali. Lo abbiamo fatto conoscere, abbiamo guidato Daniela a scoprire questo importantissimo meccanismo. Ma soprattutto, abbiamo ridato vita allo stesso microcredito, che stava diventando obsoleto. Abbiamo rinunciato ai soldi che avremmo potuto incassare dallo Stato, e li abbiamo fatti confluire sotto forma di “restituzioni” nel microcredito, riattivando un sistema che aiuta per davvero.

La domanda di Daniela è stata accettata e appena avrà il via libera definitivo dalla banca, potrà realizzare il suo progetto. 

Il Microcredito, come è pensato e organizzato dai 5 Stelle, serve proprio a questo: dare opportunità. E non si tratta solamente di erogare fondi a chi ha una idea, ma di accompagnare, assieme a operatori abilitati, il piccolo imprenditore con sistemi di controllo e di aiuto nella gestione, per sostenere l’attività di impresa. Grazie a oltre 20 milioni di stipendi restituiti dagli eletti M5S sono già state finanziate più di 6.000 imprese, generando oltre 14.000 posti di lavoro. Fra questi c’è Daniela, fra questi ci possono essere aziende esistenti o idee imprenditoriali legate all’artigianato, attività di commercio, servizi e start up innovative.