Abbiamo parlato più volte della consegna delle mascherine ai cittadini. E abbiamo ribadito più volte quanto fosse fuori posto la grande pubblicità fatta dalla Giunta di maggioranza per aver distribuito due mascherine a testa in circa tre mesi, come se fosse stato un traguardo unico in tutto il mondo.
Dopo circa due mesi di emergenza possiamo fare un piccolo confronto tra regioni.

Prendiamo due regioni governate da coalizioni opposte: La Toscana e il Veneto.
Evitiamo un discorso legato a fazioni politiche, ma ci concentriamo sulla semplice gestione di una regione e di una emergenza gravissima come una pandemia.
Enrico Rossi, governatore eletto dal Pd che, come tutti ormai sapete, è un partito molto lontano da me e dalla mia politica e Luca Zaia, proveniente dalla Lega di Salvini, che è l’opposto di qualsiasi mia linea interpretativa di una società moderna.

Questi due governatori hanno messo in atto azioni per i cittadini che la nostra giunta di maggioranza non si è neanche sognata.
La Toscana sta distribuendo con modalità sicure ben 30 mascherine al mese per ogni cittadino. Stiamo parlando di ben 360 mascherine all’anno contro le due della Liguria.

Ma passiamo al Veneto: con modalità varie, sono arrivati a produrre autonomamente oltre 2mln di mascherine al giorno. Senza doverle ordinare in Cina.
Questi metodi, a prescindere dall’aspetto politico di chi li ha messi in atto, raccontano in modo preciso e rendono evidente che la differenza la fa il Presidente della Regione.

Ci sono tanti aspetti politici da considerare, ma se parliamo di azioni pratiche per una emergenza, che di politico non ha nulla, si evidenzia la capacità organizzativa e manageriale di chi ha la responsabilità di guidare quasi 2 milioni cittadini.

Ho volutamente utilizzato due esempi lontani dalla mia visione politica per far capire che davanti a tragedie immani come quella che abbiamo vissuto, e stiamo purtroppo vivendo, vale la capacità personale di rispondere alle esigenze dei cittadini, di qualunque colore politico siano.

Questa è la grave mancanza che imputo e imputerò sempre a questa giunta di maggioranza, inadatta a governare la nostra Liguria.