L’ennesima idea folle di Marco Bucci: fare demolizioni nel centro storico di Genova per crearne “uno nuovo”, un quartiere diverso.

Cosa vuole fare? Una bella spianata come quella di Via Madre di Dio che ha portato alla costruzione di quell’orrendo e grigio palazzo del Consiglio Regionale tutto in cemento? Tra l’altro scavando decine e decine di metri sotto terra, rendendo invivibile la zona, con i “giardini di plastica” purtroppo decadenti, a causa dell’incapacità di Bucci di valorizzare ciò che già esiste! e inficiando la bellezza di un quartiere che era storico e bellissimo, e che avrebbe meritato una riqualificazione.

Il centro storico di Genova va tutelato, conservato, pulito, migliorato. Va mantenuta la sicurezza.

Parlare di demolizioni in luoghi così angusti, tipici e ricercati nel mondo proprio per questa caratteristica, significa disprezzare la propria città, disprezzare la storia e azzardare di rovinare ciò che i secoli ci hanno consegnato.

LEGGI IL NOSTRO MANIFESTO E ISCRIVITI AL BUONSENSO

Questa pazza idea è sostenuta anche dal governatore uscente della Liguria Giovanni Toti che sottolinea con la stampa come una legge regionale recentemente approvata coprirà il progetto di riqualificazione del centro storico.

La verità è che Bucci è un sindaco che non sa mantenere la sicurezza nelle strade, nelle piazze e nei vicoli del centro storico e fa annunci sensazionalistici e pericolosi, probabilmente per favorire qualche amico costruttore.

La conformazione del centro storico di Genova non si tocca.

La sua incapacità nel garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini non possono essere nascoste sotto al tappeto in questo modo.