Siamo alle solite. Quando per la maggioranza in Regione serve “dimenticare” la prevenzione per la pandemia Covid tutto va bene, dopo iniziano le chiusure e le restrizioni.

È quello che sta accadendo per il centro storico di Genova. Regione e Comune stanno pubblicando una ordinanza per l’obbligatorietà di mascherina sulle 24 ore. Sono settimane che si è resa chiara la situazione nei vicoli di Genova. Ma essendoci le elezioni tutto improvvisamente andava bene.

Già la situazione di Spezia, con il permesso dato all’assembramento della festa per la squadra di calcio, era evidente che avrebbe portato problemi. Ma nulla è stato fatto se non dopo l’esplosione del cluster in città.

LEGGI IL NOSTRO MANIFESTO E ISCRIVITI AL BUONSENSO

Ora siamo alle solite, si corre ai ripari dopo che il danno è fatto.

Ricordiamo inoltre che in tutto questo tempo, dalla fine del lockdown, non è stato fatto nulla per rafforzare la sanità e le sezioni speciali per il Covid. Non solo, ma come ripetiamo da mesi, c’è il piano pandemico regionale fermo dal 2009 a cui nessuno ha mai messo mano, anche dopo la grave crisi dei mesi scorsi.

Stessa maggioranza di prima delle elezioni, stessa incompetenza. I danneggiati però sono i liguri, i cittadini che ora pagano per una gestione assurda da parte della maggioranza.