Vogliamo verifiche precise: ci sono altri consiglieri regionali liguri che si sono intascati il bonus di 600 euro?

Lo scandalo del bonus da €600, che servirebbe alle aziende in difficoltà e invece intascato in maniera del tutto immorale anche dai parlamentari e da alcuni consiglieri regionali, ha giustamente indignato la popolazione e i cittadini liguri. Ma a questa storia vogliamo andare fino in fondo: vogliamo domandare al Presidente del consiglio regionale uscente Piana di richiedere a tutti i consiglieri regionali l’autorizzazione ad un controllo INPS, per accertare se hanno usufruito o meno del bonus.

Stiamo preparando una lettera formale che spediremo direttamente al presidente Piana e ai capigruppo, con la fortissima richiesta di un controllo. E’ fondamentale chiarire fino in fondo la situazione, e non possiamo consentire altri comportamenti del tutto “immorali”.

Prima ancora che scoppiasse questo scandalo, solamente il gruppo del Buonsenso aveva proposto di devolvere l’indennità per gli spostamenti dei consiglieri regionali che vivono fuori Genova, e che durante il periodo di quarantena ovviamente non avevano diritto ad usufruirne, ai centri contro la violenza sulle donne. La proposta non è stata accolta da tutti i gruppi consiliari, e già questo è scandaloso. Ma la ribadiamo con forza, ancora di più alla luce di questa squallida realtà.

SCARICA IL TESTO DELLA LETTERA