Il 29 ottobre del 2018 una forte mareggiata danneggiò pesantemente il porticciolo di Boccadasse a Genova, creando scompiglio e problemi nel borgo. La bellezza di una zona tanto caratteristica come quella di Boccadasse è stata stravolta dalla mareggiata dell’ottobre 2018. Case e negozi allagati, il muretto completamente distrutto.

Per arrivare alla promessa di un intervento sostanziale si è dovuti giungere all’aprile del 2019, quando dopo un sopralluogo del sindaco di Genova Marco Bucci, dell’assessore comunale ai Lavori pubblici Paolo Fanghella e del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, sono stati annunciati i lavori di riqualificazione per una spesa di 1,5 milioni di euro finanziati da Regione Liguria e anticipati dal Comune di Genova.

Bucci e Toti promisero: “Entro il 30 Maggio 2019 sarà ultimata la ricostruzione del muro del piazzale dove erano ospitati i gozzi, entro fine giugno proseguiremo con la sistemazione dei sottoservizi, la pavimentazione e l’arredo urbano”. Non solo: nella stessa occasione fu promessa la realizzazione di bagni pubblici e una passerella per il passaggio delle carrozzelle sulla spiaggia di ciottoli.

Tutto fatto? Per niente. Ma raggiungiamo il tragi-comico quando ieri dicembre 2019 c’è un nuovo annuncio: “via ai lavori di riqualificazione del borgo e della passeggiata a mare di Boccadasse. Ecco una delle cartoline più famose della nostra città: a maggio ve la restituiremo ancora più bella di prima”.
Viene quindi spontaneo davvero chiedersi quale sarà il maggio giusto?

Il costo questa volte è di 760 mila euro e sarà tutto pronto per Maggio 2020.

Per vedere la tanto desiderata riqualificazione di Boccadasse e del suo territorio deturpato, la recente passeggiata del sindaco Bucci e del presidente Toti sul lungomare sarebbero state ancora più caratteristiche e piacevoli da osservare se i lavori fossero stati completati per tempo, restituendo al borgo la sua bellezza mozzafiato invece di lasciare ancora scoperte cicatrici che si potevano già rimarginare.
Fare annunci è bello, fare foto alla Brad Pitt sul molo è simpatico, ma lo sarebbe molto di più fare ciò che si dice. Una cosa innovativa per una giunta regionale che continua solo a promettere da 5 anni.