PARENZO MA QUANTO TI PENZO

Sulla trasmissione In Onda con ospite Danilo Toninelli del 5/09/2018.

Fatemi capire, Parenzo arriva impreparato e disinformato in trasmissione, cerca (senza riuscirci) di mettere in croce il Ministro alle Infrastrutture per sapere i nomi di chi siede sia nei cda di Atlantia sia nel cda del gruppo editoriale di Repubblica, Stampa, Secolo ed Espresso (e altri quotidiani locali) quando questi nomi sono già ovviamente pubblici e oggetto di attenzione mediatica negli ultimissimi giorni, perché il MoVimento 5 Stelle ne ha evidenziato i collegamenti (vedi: https://www.ilblogdellestelle.it/…/la_mappa_del_potere_dei_…).
Tenta ripetutamente di abbassare il livello dell’intera trasmissione (danneggiando se stesso e facendo una figura pessima), mentre Danilo Toninelli con grande coraggio e onestà intellettuale informava in diretta il popolo italiano, dando una notizia degna di attenzione e sgomento: Toninelli è stato diffidato da Aiscat (una sorta di sindacato dei concessionari autostradali) dal rendere pubblici i contratti sulle concessioni ad Autostrade Per l’Italia Spa in versione integrale pena il rischio di commettere il reato di agiotaggio (secondo Aiscat) e di danneggiare economicamente i concessionari (sempre secondo Aiscat); cioè il Ministro dei Trasporti riceve una diffida di tenore intimidatorio e nonostante questo con coraggio desecreta tutti i contratti (cosa che il predecessore invece non ha mai fatto…), lo racconta in diretta a tutti gli italiani e quel Parenzo continua a rivolgersi a lui con sufficienza e sfottò, e con risolini nervosi non riesce a frenarsi dall’esibire in diretta la sua imbarazzante ignoranza, per fatti già noti e rintracciabili da chiunque con un clic. Davvero non si accorge di avere una notizia storica davanti al naso??
Per fortuna interviene Telese, che informato, riferisce i nomi sputtanando Parenzo alla grandissima.

Ecco, io il giornalismo di Parenzo, forzatamente aggressivo e persecutorio a costo di andare fuori tema e fare figuracce clamorose, ma sempre e solo in presenza di taluni interlocutori non vorrei più vederlo. E basta!
Personalmente dico a Parenzo: se non sei capace di arrivare informato sui fatti, perlomeno su quelli già noti a tutti, ad una trasmissione che di quei fatti tratta, ma fai dell’altro!
Vogliamo una corretta INFORMAZIONE rispettosa delle nostre intelligenze.