I 3 giorni di incontri del M5S in Valpolcevera

Il MoVimento 5 Stelle si ritrova in Valpolcevera, la zona di Genova più duramente colpita dalla tragedia del crollo di Ponte Morandi, per 3 giorni di incontri tra cittadini e portavoce. Un’occasione per ragionare insieme sulle proposte immediate per gli sfollati, per la viabilità e per l’economia della città.

Venerdì 14 settembre in mattinata i primi sopralluoghi:  Alice Salvatore ha visitato i presidi sanitari della Valpolcevera; a seguito la visita ai quartieri colpiti dalla tragedia per constatare difficoltà e problematiche, alla quale hanno preso parte Parlamentari e Portavoce locali.

Alle ore 17 l’apertura della manifestazione, ai giardini della Tavola Bronzea di via Chiappella, con la commemorazione ad un mese dal crollo del Morandi e la testimonianza di alcuni vigili del fuoco tra cui il portavoce del MoVimento 5 Stelle in comune Stefano Giordano. Alle 17.30 la diretta televisiva della commemorazione di piazza De Ferrari. Dopodiché si sono alternati sul palco, fino alle 19.30, Gianluigi Paragone, che ha parlato di “privatizzazioni all’italiana”, e l’europarlamentare Tiziana Beghin che ha parlato di proposte future per viabilità, commercio e industria dopo il disastro del crollo del ponte Morandi. Alle 20, dopo la cena, il programma è proseguito con il dibattito pubblico, durante il quale sono intervenuti i consiglieri Regionali M5S: Alice Salvatore, Marco De Ferrari, Fabio Tosi e Andrea Melis oltre al capogruppo in Comune Luca Pirondini, proprio per parlare del “dopo Ponte Morandi” e delle proposte nell’immediato del MoVimento 5 Stelle in Regione e Comune.

La giornata di sabato è proseguita con un sopralluogo in mattinata nella Zona Rossa da parte dei Parlamentari, dei consiglieri regionali e comunali. Dalle 17 spazio agli interventi del pubblico e le risposte dei parlamentari Federica Daga e Ilaria Fontana, a cui è seguito l’incontro con i parlamentari genovesi per una riflessione con gli attivisti sui primi tre mesi della loro attività parlamentare. Sono intervenuti: Roberto Traversi, Elena Botto, Mattia Crucioli, Alessandra Riccardi  e Marco Rizzone. Ha moderato gli interventi Gerardo Altosole M5S Genova Campomorone.

La tre giorni si è conclusa domenica con il pranzo tra attivisti e portavoce, a cui è seguito l’agorà con il portavoce alla camera Sergio Battelli presidente della commissione affari europei. Chiude la tre giorni il senatore Nicola Morra che è intervenuto sul tema delle mafie ed infiltrazioni mafiose in Liguria, insieme a Giuseppe Carbone, presidente del Movimento delle Agende Rosse e Nadia Gentilini, testimone di giustizia sul caso Preli.