LE DICHIARAZIONI SUL DECRETO DIGNITÀ DA PARTE DI COLUI CHE PROROGA LE CONCESSIONI ALLE SLOT MACHINE

Decreto Dignità

Schermata 2018-07-04 alle 16.17.39

Caro Toti, la crescita economica si fa sia cancellando le ricette pro-precariato di Renzi come ha iniziato a fare Luigi Di Maio, sia contrastando la diffusione del gioco d’azzardo che drena decine di miliardi ogni anno dall’economia reale verso quella improduttiva di slot-vlt-scommesse online-gratta & vinci. Ogni euro in azzardo è un euro in meno a commercio e indotto industriale collegato. Certo Berlusconi non sarà felice visto che il 6% del pacchetto pubblicitario Mediaset proviene dal gioco d’azzardo, che è nocivo per la salute e quindi come per il tabacco ne è appena stata vietata la publicizzazione.

Le ricordiamo, inoltre, che è in arrivo una legge a prima firma Gianluigi Paragone sulla trasparenza dei finanziamenti ai partiti: finalmente dovrà dirci chi finanzia la sua Fondazione Change – cosa che si è sempre rifiutato di fare nonostante le esortazioni alla trasparenza di Cantone e nostre – quella fondazione con cui lei si fa le sue campagne elettorali. Non sia mai che possa emergere come chi la finanzia abbia a che vedere molto da vicino con il mondo del gioco d’azzardo… così si spiegherebbe la sua avversione al Decreto Dignità insieme alla sua decisione di prorogare le concessioni alle slot-machine in Liguria, nonostante una legge regionale già esistente e in barba alla salute dei liguri.

Siamo lieti invece che apprezzi la riduzione dei vitalizi, visto che finalmente stiamo lavorando per applicarla anche a livello regionale in Liguria: i lavori della commissione ristretta per la riduzione dei vitalizi in Liguria, coordinata dal MoVimento 5 Stelle, iniziano proprio domani.